immagine stelle a confronto

Le nane bianche

Le nane bianche rappresentano lo stadio finale dell'evoluzione di stelle inizialmente di piccola massa: sono stelle molto piccole e compatte che ruotano molto rapidamente. Per dare una idea delle loro dimensioni, nella figura sono messi a confronto il Sole, posto a sinistra, e una nana bianca, rappresentata dal punto situato a destra. Si nota subito come il suo raggio, molto minore di quello di una stella normale, sia paragonabile al raggio di un pianeta come la Terra.

Come si forma una nana bianca? Dopo la fase di gigante rossa, quando nel nucleo della stella quasi tutto l'elio si è trasformato in carbonio, la stella non produce più energia sufficiente a bloccare la contrazione gravitazionale, l'equilibrio si rompe nuovamente e la stella va così incontro ad un rapido collasso; di conseguenza gli strati esterni tornano a spingere su quelli più interni, provocando un aumento della pressione e della temperatura nel nucleo. Così facendo la temperatura potrebbe raggiungere valori tali da innescare la trasformazione degli atomi di carbonio. Se però la massa della stella è inferiore ad un certo limite critico, pari a circa una volta e mezzo la massa del Sole, gli strati esterni non sono sufficientemente pesanti da  permettere alla temperatura interna di raggiungere tali valori; la trasformazione degli atomi di carbonio quindi non può avvenire.

D'altra parte se non si innescano reazioni che partono dal carbonio, non si sviluppa nuovamente energia e quindi pressione verso gli strati più esterni. Di conseguenza il collasso della stella continua sino a quando è costretto ad arrestarsi in quanto le particelle non possono ulteriormente avvicinarsi le une alle altre. Si è ora raggiunto un nuovo equilibrio stabile ma nel nucleo non viene più prodotta ulteriore energia: la stella è divenuta una nana bianca ed è destinata progressivamente a raffreddarsi.

Avanti      Indietro

Indice