Le meteoriti

Ogni tanto la Terra, lungo la sua orbita, incontra dei pezzi di roccia o dei frammenti metallici che vagano nello spazio. Queste rocce, dette meteoroidi, sono il prodotto della disgregazione del nucleo di una cometa, oppure sono piccoli asteroidi "fuori rotta", o rocce provenienti dalla Luna o da Marte. I meteoroidi si spostano lungo orbite molto varie, alla velocità di poche decine di chilometri al secondo.



Un meteorite ritrovato in Antartide. (NASA-JPL)

Quando uno di essi entra in collisione con la Terra, possono succedere due cose. Se il meteoroide è molto piccolo, l'attrito con l'atmosfera terrestre lo riscalda così tanto che esso vaporizza letteralmente, consumandosi prima di toccare il suolo. Mentre si consuma, esso lascia una scia luminosa nel cielo, che dura pochi secondi e viene chiamata impropriamente stella cadente.

Se invece è abbastanza grosso, il meteoroide non si consuma del tutto e riesce ad arrivare al suolo, seppure leggermente rallentato dall'atmosfera. Se ha un diametro maggiore di cento metri circa, nell'urto esso produce addirittura un cratere del diametro di qualche chilometro e distrugge la vegetazione circostante.

Nel primo caso si parla di una meteora, nel secondo caso di un meteorite. Un meteorite può arrivare a velocità di ben 250.000 Km/h quando si schianta al suolo!



Cratere meteoritico di Barringer, in Arizona. (D. Roddy, LPI)
Il più grande meteorite caduto sinora sembra sia stato quello di Chicxulub, in Messico. Esso è caduto 65 milioni di  anni fa.

La Terra viene colpita da circa 100 meteoriti ogni anno, ma fortunatamente, non tutti sono così grossi... Un meteorite delle dimensioni di 100 metri o più avrebbe delle conseguenze disastrose. Alcuni scienziati pensano che sia stato proprio l'impatto di un gigantesco meteorite sulla Terra a provocare l'estinzione dei dinosauri, 66 milioni di anni fa.

Come abbiamo detto, i meteoroidi possono essere i resti di un nucleo cometario che si è disgregato. In questo caso, i frammenti restano uniti in uno sciame, che ruota attorno al Sole lungo la stessa orbita della cometa originaria. Nel suo viaggio intorno al Sole, la Terra attraversa periodicamente alcuni di questi sciami e "inghiotte" i frammenti di roccia. Essi vaporizzano nell'alta atmosfera, producendo delle vere e proprie piogge meteoritiche, le famose "stelle cadenti".


Una pioggia di meteoriti. (NASA-JPL)

I più noti tra questi sciami meteoritici sono quello delle Perseidi e quello delle Leonidi. Il primo viene attraversato dalla Terra all'incirca tra il 9 e il 12 agosto e dà luogo alla pioggia meteoritica detta di S.Lorenzo. Il secondo, invece, viene attraversato intorno a metà novembre.

Le meteoroidi, disgregandosi nell'atmosfera, formano una polvere che cade lentamente al suolo. Ogni giorno, circa 3000 tonnellate di questa "polvere cosmica" cadono sulla Terra.

[Le comete] [Gli asteroidi]
[Torna indietro] [ Riepilogo Sistema Solare ]